Your Inter Site
 
www.inter-calcio.it PALMARES

















Webmasters Nerazzurri

 

 

 


ARCHIVIO STORICO INTER 1909-1910

Formazione dell' Inter 1909 - 1910

Tutte le stagioni dell' INTER

INTER-CALCIO

INTER - CAMPIONATO FEDERALE - PRIMA CATEGORIA 1909-1910
 

PRIMO SCUDETTO PER L' INTER

 CAMPIONE D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA ANNO 1909-1910
 
Partite dell' Inter nel Campionato 1909-1910 - Girone Unico

data

partita

risultato marcatori
07-11-1909 Inter-Ausonia 2-2 Engler, Cadoni
14-11-1909 Juventus-Inter 2-0  
21-11-1909 Inter-Pro Vercelli 1-4 Aut.
28-11-1909 Inter-Juventus 1-0 Engler
05-12-1909 Torino-Inter 3-4 2 Capra, Engler, Peterly
12-12-1909 Inter-Genoa 2-0 Peterly, Schuler
19-12-1909 Pro Vercelli-Inter 1-2 Egler, Peterly
02-01-1910 Ausonia-Inter 2-6 3 Peterly, 2 Capra, Payer
16-01-1910 U.S.Milanese-Inter 2-5  
30-01-1910 Inter-U.S.Milanese 7-2  
06-02-1910 Milan-Inter 0-5  
17-02-1910 Inter-Milan 5-1 3 Peterly, Engler, Capra
20-02-1910 Inter-Andrea Doria 5-0 3 Peterly, Engler, Payer
07-03-1910 Andrea Doria-Inter 1-3 Payer, Peterly, Schuler
03-04-1910 Genoa-Inter 4-0  
10-04-1910 Inter-Torino 7-2 6 Peterly, Schuler
24-04-1910 Pro Vercelli-Inter 3-10  


Totale Partite dell' Inter nel Campionato 1909-1910 : 17

 

 

SPAREGGIO SCUDETTO 1909-1910 - FINALE

data partita risultato  
24-04-1910 Pro Vercelli-Inter 3-10 CAMPIONI D'ITALIA

 

 

CLASSIFICA CAMPIONATO DI CALCIO 1909-1910

    PT G V N P GF GS
1 Inter 25 16 12 1 3 55 26
2 Pro Vercelli 25 16 12 1 3 46 15
3 Juventus 18 16 8 2 6 28 19
4 Torino 17 16 8 1 7 43 30
5 Genoa 17 16 7 3 6 29 23
6 US Milanese 13 16 6 1 9 35 53
7 Milan 13 16 6 1 9 23 36
8 Andrea Doria 11 16 5 1 10 18 39
9 Ausonia 5 16 0 5 11 16 52

 

STORIA: QUEL 24 APRILE 1910 A VERCELLI

MILANO - Il 24 aprile 1910 è una domenica, si gioca Pro Vercelli-Inter. E' la finale del campionato italiano, per la prima volta a girone unico, con nove squadre al via nel novembre 1909. I nerazzurri, al loro secondo campionato, partono male, poi si riprendono grazie a un successo sulla Juventus, vincono entrambi i derby con il Milan, rifilano sette gol all'Unione Sportiva Milanese e al Torino. L'uomo-guida dell'Inter del presidente Carlo De Medici è il difensore Virgilio Fossati, capitano gentiluomo che morirà sul fronte della Grande Guerra; il portiere Pierino Campelli va contro la tendenza del momento e "blocca" i palloni invece di respingerli; Ermanno Aebi è polvere e miccia di un attacco che produce 55 reti in 16 gare. I nerazzurri, che si allenano sul campo di Ripa Ticinese (per migliorare la condizione atletica ci si esercita con il tiro alla fune), concludono il campionato a pari punti (25) con la mitica "Pro". Serve, quindi, una finale-spareggio per l'assegnazione del titolo, non è ancora in uso il vocabolo scudetto, il premio è una coppa o una targa-ricordo. Polemiche sulla data della partitissima. La "Pro" non vuole scendere in campo il 24 aprile, perch sostiene di avere diversi calciatori impegnati con le formazioni studentesche e militari, anche se in realtà ha già programmato un incontro a Caresana con l'Ausonia e non ha liberato i suoi tesserati per le gare delle rappresentative in calendario il 17 aprile. L'Inter insiste, non può rimandare neppure lei, è attesa da altri tornei, inoltre il 15 maggio è in programma all'Arena di Milano il debutto della Nazionale (allora di bianco vestita) contro la Francia (è sarà proprio Virgilio Fossati il primo rappresentante dell'Inter a far parte della Nazionale italiana).
 La Federazione, alla fine, sigla il compromesso: si gioca a Vercelli, invece che in casa dei nerazzurri, però la data non viene cambiata. La "Pro", per protesta, manda in campo una formazione di ragazzini, come poi farà l'Inter di Angelo Moratti il 10 giugno 1961 nel replay della gara di Torino con la Juventus. Corsi e ricorsi, miti e leggende, verità depositate nei libri e ricostruite dagli storici. Raccontano gli almanacchi che quel 24 aprile 1910 vincere per i nerazzurri è facile, troppo facile, anche se il clima nel quale viene disputata la partita è talmente confuso che non ci sono certezze neppure sul risultato finale: 10-3 secondo alcuni cronisti, ma per altri è finita con 11 o 9 gol per i cosiddetti "internazionali", che restano assediati negli spogliatoi per alcune ore. La Federazione avrà poi modo di respingere anche un reclamo della società di Vercelli contro Aebi ("calciatore di nazionalità svizzera fatto passare per italiano", tuona il presidente Bozino), multando con un'ammenda di 200 lire e l'esclusione dalla Nazionale i calciatori della "Pro"
 Morale della storia, il 24 aprile è il compleanno del primo campionato vinto dalla società nerazzurra, che secondo tutti aveva meritato di vincere il titolo del 1910 già prima dello spareggio-burletta. Questa la formazione-tipo: Campelli; Fronte, Zoller; Engler, Fossati, Moretti; Cadoni, Peyer, Peterly, Aebi, Schuler. Auguri a te, cara vecchia indimenticabile Inter.

24-Aprile-2004 Fonte: inter.it

PRESIDENTE: CARLO DE MEDICI
ALLENATORE: VIRGILIO FOSSATI


Milano, 07 novembre 1909

Internazionale - Ausonia   2-2

Ausonia: Quirci, Zezi, Ferrini, Crivelli E., Rizzi, Bovati, Yesse, Bruciamonti II, Scannagatta, Vegni, Bontadini III F.

Internazionale: Muller H., Zoller,  Fossati I V., Moretti M., Engler, Streit,  Schuler, Cadoni,  Payer I C., Cocchi, Neudecker.

Reti: 5' Engler, 50' Scannagatta, 60' Cadoni , 70' Scannagatta

Allenatore: Fossati I V.

Arbitro: Recalcati dell' US Milanese

 


 

Torino, 14 novembre 1909

Juventus - Internazionale 2-0

Juventus: Pennano, Goccione, Mastrella, Ferraris A., Frey, Hess, Mazzonis, Borel E., Balbiani,  Barberis A., Moschino.

Internazionale: Muller, Zoller, Fossati I V., M. Streit, Engler, Moretti M,   Neudecker, C. Payer I C., Peterly I E., Cadoni, Schuler
Allenatore: Fossati I V.

Reti: 1 Borel E. 60'(r), Borel E.

Arbitro: Alziator dell' U.S. Milanese



Piazzamento dell'Inter nel Campionato di calcio 1909-1910
Campionato 1909-1910: Inter Campione d'Italia

PRESIDENTE: CARLO DE MEDICI
ALLENATORE: VIRGILIO FOSSATI

 



Formazione tipo dell'Inter nel Campionato di calcio 1909-1910

Campelli, Fronte, Zoller, Yenni, V.Fossati, Stebler, Capra, Payer, Peterlj, Aebi, Schuler.

 

Allenatore: Virgilio Fossati

 

Goleador per l'Internazionale campionato di calcio 1909-1910 : Peterly I (25 reti)
 



 Formazione del Football Club Internazionale nel Campionato di calcio 1909-1910
 

CAMPELLI Piero - Milano (MI) 20.12.1893 - Portiere
COCCHI Carlo - Milano (MI) 07.08.1889 - Portiere
DE MAGISTRIS I Angelo - Ramusano (MI) 01.01.1886 - Portiere
MULLER Henry - (SUI) - Portiere
ENGLER Oscar - San Gallo (SUI) 29.01.1889 - Difensore
FRONTE Roberto - Milano (MI) 09.03.1893 - Difensore
MORETTI Mario - Milano (MI) 07.05.1889 - Difensore
STREIT Carlo - Berna (SUI) 19.07.1888 - Difensore
YENNI - (SUI) - Difensore
ZOLLER Alfredo - Bengdorf (SUI) 01.01.1888 - Difensore
CADONI Gian Maria - Villanova Monteleone (SS) 31.12.1888 - Centrocam.
CAPRA Giovanni - Mercenasco (TO) 18.06.1887 - Centrocampista
CRESPI Ernesto - Milano (MI) 22.11.1891 - Centrocampista
FOSSATI I Virgilio - Milano (MI) 12.09.1889 - Centrocampista
FURTER - (SUI) - Centrocampista
PAYER I Carlo - Milano (MI) 04.01.1890 - Centrocampista
PETERLY I Ernest - (SUI) 01.01.1892 - Centrocampista
STEBLER - (SUI) - Centrocampista
AEBI Ermanno - Milano (MI) 22.11.1892 - Attaccante
SCHULER - (SUI) - Attaccante

 

Presenze  reti e Rosa dell' INTER vincitrice del 1 CAMPIONATO DI CALCIO 1909-1910

Giocatore Data di Nascita Ruolo Presenze Reti
SCHULER (SUI) Attaccante 17 6
PAYER I Carlo Milano (MI) 04.01.1890 Centrocampista 17 5
FOSSATI I Virgilio Milano (MI) 12.09.1889 Centrocampista 17 2
ZOLLER Alfredo Bengdorf (SUI) 01.01.1888  Difensore 17 -
PETERLY I Ernest SUI) 01.01.1892 - Centrocampista 16 25
ENGLER Oscar San Gallo (SUI) 29.01.1889 Difensore 16 10
STREIT Carlo Berna (SUI) 19.07.1888 Difensore 15 -
CAPRA Giovanni Mercenasco(TO) 18.06.1887 Centrocampista 13 12
MORETTI Mario Milano (MI) 07.05.1889 Difensore 12 -
FRONTE Roberto Milano (MI) 09.03.1893 Difensore 10 -
CAMPELLI Piero Milano (MI) 20.12.1893 Portiere 8 -
MULLER Henry (SUI) Portiere 8 -
STEBLER (SUI) Centrocampista 3 -
CADONI Gian Maria Villanova Monteleone(SS) 31.12.1888 Centrocampista 2 1
AEBI Ermanno Milano (MI) 22.11.1892 Attaccante 2 -
FURTER (SUI) Centrocampista 2 -
YENNI (SUI) Difensore 2 -
COCCHI Carlo Milano (MI) 07.08.1889 Portiere 1 -
CRESPI Ernesto Milano (MI) 22.11.1891 Centrocampista 1 -
DE MAGISTRIS I Angelo Ramusano (MI) 01.01.1886 Portiere 1 -

Totale giocatori utilizzati nella stagione 1909-1910:  20


Inter, 99 anni: e la storia continua

Ritrovo al ristorante Orologio, quota sociale 10 lire annue

MILANO Novantanove anni fa la notizia della nascita del Foot-Ball Club Internazionale Milano appare con due giorni di ritardo su un giornale milanese dellepoca, La Lombardia. Poche righe che riassumono il comunicato firmato dai soci fondatori e scritto sul retro di un foglio di carta da lettera intestata a Umberto Muggiani, padre del pittore Giorgio Muggiani, lautore dello stemma. Formazione dell' Inter 1909 - 1910 primo scudetto 1909-1910
Nelle tante e importanti ricostruzioni storiche saranno poi evidenziati molti particolari oltre al luogo di fondazione, il ristorante Orologio, e alla durata della prima riunione (dalle 20 alle 23.30): la quota sociale fissata in 10 lire allanno; la sede trasferita in poco tempo dal ristorante Commercio al Caff Vergani; i calciatori che acquistano personalmente le scarpe e labbigliamento da gioco; il primo campo ai margini del Naviglio Grande, in Ripa Ticinese dove si arriva con il tram numero 19, dopo un lungo viaggio e con la necessità di recuperare i palloni finiti in acqua; le prime partite allArena dove linverno è duro da sopportare, perch gli spogliatoi sono stanzoni umidi e il terreno è massacrato dagli altri avvenimenti sportivi in cartellone, come caroselli di cavalli e, raccontano le cronache, persino una battaglia navale fra scafi di legno e ferro con il fondo inondato.
La storia dellalba nerazzurra e del calcio italiano più in generale è passata di libro in libro, probabilmente di ricordo in ricordo. Così nascono le leggende. Come quella del primo asso dellInter, Hernst Xavier Marktl, svizzero di Estragen, classe 1887, ruolo difensore, un ragazzo con due baffetti da sparviero che, a 22 anni, sembra un distinto signore in giacca e cravatta: due presenze in campionato, nelle prime gare ufficiali dei nostri 99 anni.
Due sconfitte che precedono il primo, velocissimo scudetto: quello della stagione 1909-1910, quello del primo legame con una formazione vera:

Campelli; Fronte, Zoller; Yenni, Fossati, Stebler; Capra, Peyer, Peterly, Aebi, Schuler.
 
E unInter che segna molto (55 gol fatti) perch pratica un calcio dattacco, che vince entrambi i derby di campionato, che cattura lattenzione dei primi tifosi con lardore di Fossati Virgilio, le parate in presa di Campelli, leleganza di Aebi il primo oriundo (padre svizzero e mamma italiana), le reti di Peterly.

Si scrive: Grandi applausi salutano la vittoria dellInternazionale F.C..
E la storia continua.

09-Marzo-2007 Fonte: inter.it


Inter, la storia: ricordando Giorgio Muggiani
 

A 74 anni dalla scomparsa, il 30 giugno '38: è stato uno dei soci fondatori e ha disegnato lo stemma

MILANO - Per Wikipedia è stato 'un pittore italiano, pioniere dell'illustrazione pubblicitaria, e caricaturista'. Per noi nerazzurri è uno dei soci fondatori del F.C. Internazionale Milano, colui che assume la carica di primo segretario e disegna lo stemma: le sigle 'FCIM' intrecciate in campo oro, chiuso da due cerchi, uno nero e uno azzurro, il colore della notte e del cielo. Nel marzo 1908 quello era (in milanese) 'el distintiv che se poo minga legg', cioè il distintivo che non si può leggere, ma in 104 di storia è diventato il simbolo del senso di appartenenza, il certificato di un amore, l'asta di una bandiera.

Dopo essere stato uno dei padri dell'Inter, Giorgio Muggiani in carriera è stato tantissimo altro ancora, ma oggi (a 74 anni dalla scomparsa, il 30 giugno 1938, il giorno in cui l'Ambrosiana vinceva lo scudetto; era nato a Milano il 14 maggio 1887 e ora riposa al Femedio di Milano) ci piace ricordarlo così, come il disegnatore che ha creato il nostro stemma, che ha inventato lo spazio grafico della sua e della nostra passione nerazzurra.

Al figlio Giorgio l'abbraccio più grande da tutta l'Inter.

30-Giugno-2012 Fonte: inter.it