Your Inter Site
 www.inter-calcio.it
www.inter-calcio.it PALMARES

















Webmasters Nerazzurri

 

 

 


Esteban Cambiasso


Esteban Cambiasso


Data di nascita:18 Agosto 1980
  Luogo: Buenos Aires
  Altezza: 177 cm.
  Peso: 78 kg.
  Nazionalità: Argentino

 



Cambiasso "Il nostro compleanno sereno"
 

"Avere giocatori di qualità e tutti disponibili ti dà la possibilità di avere più varianti. Dà delle soluzioni in più e sono problemi ulteriori per chi difende"

MILANO - "Ringrazio per i complimenti, ma oggi per noi era una partita difficile, abbiamo fatto tutto bene, potevamo magari ottenere un risultato migliore, ma così abbiamo dimostrato di saper soffrire insieme. L'Inter ha sempre avuto in mano il gioco, non siamo riusciti ad aumentare il vantaggio per qualche errore e qualche imprecisione" così Esteban Cambiasso ai microfoni di Inter Channel dopo la partita contro il Torino.

"Non ho guardato la classifica, non credo sia il caso di farlo. Qualsiasi cosa ci dica, non sono indicazioni utili per la prossima partita. L'Inter non può affrontare una gara diversamente da un altra a seconda della classifica. Abbiamo squadre davanti e dietro, non possiamo fare calcoli".

"Mi aspettavo questo atteggiamento del Torino, era quello che volevamo, se non sono riusciti a fare quello che volevano il merito è stato tutto dell'Inter. Loro escono sempre bene anche col portiere, salgono così, noi eravamo sempre in pressing con gli attaccanti".

"Avere giocatori di qualità e tutti disponibili ti dà la possibilità di avere più varianti. Dà delle soluzioni in più e sono problemi ulteriori per chi difende. Avere Mauro in campo ha cambiato la situazione tattica rispetto a quando giocava Rodrigo unica punta".

"La gente era venuta con l'idea di festeggiare il nostro compleanno con una vittoria, possiamo dire di aver passato un compleanno sereno".

 

09-Marzo-2014 Fonte: inter.it


 

Cambiasso "Un prestazione da Inter, ora dobbiamo ripeterci"

"Giocare queste partite ti dà la dimostrazione che si può fare bene in qualsiasi posto e in qualsiasi gara"

ROMA - "Abbiamo fatto una buona prestazione, dobbiamo ripartire da questa gara per cercare di ripeterci. Se consideriamo le ultime due trasferte, Roma e Firenze, abbiamo giocato gare da Inter e questo è importante. Giocare queste partite ti dà la dimostrazione che si può fare bene in qualsiasi posto e in qualsiasi gara, troppa sicurezza a volte è pericolosa perchè può farti credere di essere di più di quello che realmente sei. E' importante capire che certe prestazioni bisogna ripeterle anche con squadre che non sono al vertice della classifica", queste le prime parole di Esteban Cambiasso, intervistato dai giornalisti presenti allo stadio "Olimpico" di Roma.

"Come mai abbiamo fatto meglio nelle partite più difficili? Penso che sia soprattutto una ragione tattica - prosegue l'argentino -. Quando affronti queste squadre hai un risultato da centrare a testa, quando affronti altre partite tu puoi solo vincere mentre gli altri sono contenti anche se pareggiano. Quindi gli spazi sono minori di quelli che trovi a Roma o a Firenze, dove affronti formazioni che vogliono vincere e che si giocano la partita. Quindi hai più spazi, l'altra squadra ha più giocatori in campo con caratteristiche offensive e quindi meno propensione a difendere. Risultato giusto oggi? Quando si pareggia si dice sempre che meritavamo qualcosa di più, la stessa cosa diranno i giocatori della Roma anche se non li ho sentiti parlare. Questo fa parte del calcio. Per fare una valutazione di questo tipo bisognerebbe riguardare la partita e analizzarla, per questioni di tempo non l'ho ancora potuto fare. Resta una prima frazione di gioco nella quale l'Inter è stata superiore alla Roma. Poi anche loro hanno avuto qualche occasione. Ma i risultati si fanno con i gol, nessuna delle due squadre li ha fatti".

"Alla fine per la stagione che stiamo facendo è importante anche analizzare il gioco che offriamo ogni partita. Dobbiamo pensare alla soddisfazione di aver fatto una buonissima prova sul campo di una grande squadra.

Se ho chiaro il mio futuro? Ho chiaro che non mi piacciono le invenzioni: tra me e l'Inter ci sarà sempre chiarezza al di là di quello che sarà il futuro. Ho letto e sentito tanto a riguardo, non è vero che ho già parlato con la società. Il presidente è molto impegnato ogni volta che viene, come sapete ci sarà da parlarne. L'Inter sarà sempre un pezzo della mia vita, al di là di quello che accadrà l'anno prossimo o tra due, cinque, dieci anni: potrò sempre essere a disposizione dell'Inter, magari con un ruolo diverso, o anche solo come tifoso.

C'è stato un momento in cui avevamo smesso di crescere. Eravamo partiti un po' a sorpresa, avevamo sentito le responsabilità e gli obblighi che questa maglia ti dà. Siamo in mezzo a un progetto che sta nascendo. Partire in quella maniera ha fatto sì che si creassero delle aspettative più grandi di quanto in realtà fosse giusto aspettarsi. C'è stata una crescita ultimamente, soffermandomi soprattutto su quanto fatto vedere oggi e a Firenze posso dire che la squadra sta tornando a crescere".

01-Marzo-2014 Fonte: inter.it


Esteban Mat燰s Cambiasso Delau (Buenos Aires, 18 agosto 1980) è un calciatore argentino, centrocampista dell'Inter.

È il calciatore che ha conquistato il maggior numero di titoli (24) nella storia del calcio argentino, precedendo in questa speciale classifica un mito come Alfredo Di St嶨ano (21). Con l'Inter, squadra nella quale milita dal 2004 e della quale è attualmente vicecapitano, ha conquistato 15 trofei: cinque scudetti, quattro Coppe Italia, quattro Supercoppe italiane, una Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA. Con la Nazionale argentina invece è arrivato in finale di Copa Am廨ica nel 2007 e di Confederations Cup nel 2005.

Soprannominato sin da bambino El Cuchu, dal nome di un personaggio della televisione argentina, possiede il passaporto italiano avendo origini genovesi. È il fratello del portiere Nicol嫳 Cambiasso. Sito Ufficiale di Esteban Cambiasso:  www.cuchu.com

Centrocampista moderno, mancino, ha nella grinta, nella corsa, nel passaggio e nell'anticipo le sue armi migliori. In possesso di ottima tecnica, si distingue per una notevole intelligenza tattica e una buona visione di gioco, doti che lo caratterizzano come un buon regista e interditore. Giocatore di contenimento, è tuttavia in grado di rendersi utile in fase di costruzione del gioco. Nonostante sia un centrocampista difensivo,segna con una certa frequenza e si rivela spesso utile all'azione d'attacco della sua squadra. Viste le sue caratteristiche, può ricoprire oltre al ruolo di centrocampista anche quello di libero.

Con la Nazionale argentina Under-20 Cambiasso vinse due campionati sudamericani e un campionato mondiale (nel 1997).

Nel 2000 debuttò nella Nazionale maggiore, di cui è stato componente fisso fino all'inizio della gestione Maradona, nominato nuovo commissario tecnico nel 2008,che si rifiutò di convocare Cambiasso e il compagno Javier Zanetti, venendo così contestato. Con la maglia albiceleste prese parte parte alla Confederations Cup 2005, al campionato del mondo 2006 e alla Coppa America 2007.

Non fu inserito nella lista dei 23 giocatori che hanno partecipato al Campionato mondiale di calcio 2010, nonostante poco prima di ufficializzare la lista il C.T. Diego Armando Maradona avesse detto che sia lui che Javier Zanetti (anch'esso escluso) avevano ancora speranza di essere convocati.

Il 1º giugno 2011 viene inserito, insieme a Zanetti e Milito, dal nuovo C.T. Sergio Batista nella lista dei 26 pre-convocati in vista della Coppa America di luglio

 

# 19: Esteban Cambiasso, centrocampista.  "El Galactico" arriva dal Real Madrid, da una squadra talmente assortita di campioni e grandi giocatori da far imbarazzo. E non è che qui sia molto diverso, a centro campo ci sono nomi del calibro di Edgard Davids, Juan Sebastian Veron, Dejan Stankovic. A 24 anni però Esteban Cambiasso può giocarsi tutte le sue carte e può ritagliarsi un ruolo fondamentale in questa squadra. Uomo d'ordine lo è, e fa comodo. Il piede buono (il sinistro) lo ha. L'acume tattico c'è. In una stagione che ci vedrà impegnati parallelamente in tre competizioni tutti troveranno spazio.

 

Ce ne vuole di coraggio per lasciare casa propria a soli 15 anni, attraversare l'oceano, cambiare continente e sbarcare a Madrid per giocare a pallone. Eppure, dice lui, "non mi sono mai pentito di questa scelta. Era quello che mi piaceva fare e che volevo fare più di ogni altra cosa al mondo. D'altronde per i ragazzi argentini è il sogno comune: prima bisogna riuscire a giocare nella prima divisione argentina e poi, dopo esserci riusciti, si deve andare in Spagna o in Italia: questo vuol dire coronare il sogno d'infanzia".  Un'esperienza così deve farti maturare molto e molto in fretta anche perchè ti pone di fronte dei problemi che da ragazzino non sogneresti neppure di avere.

 

E' difficile che si veda Cambiasso tirare indietro il piede, se c'è una palla senza proprietario lui ci si butta a capofitto. Ma non è un giocatore che assicura solamente quantità. Con i piedi, come detto, ci sa fare. Con il suo piede mancino sa aprire il gioco allungando sulle fasce, è in grado di imbastire delle buone trame di gioco e sa disimpegnar palla con eleganza ed efficacia. Inoltre, c'è poco da fare: se passi un'intera stagione ad allenarti con campioni del calibro di Zidane, Raul, Figo, Beckham e Ronaldo qualcosa in più ti resta addosso. Anche perchè a Cambiasso piace giocare per divertirsi e per divertire: "A chi non piacerebbe vincere le partite giocando bene con un risultato ampio? La tendenza del calcio moderno è questa: spingere per segnare e non stare attenti a non subire gol. Io sono pure sudamericano..."
(dalla Rivista Ufficiale dell'Inter - Ottobre 2004)

 

"El Cuchu" è un soprannome che si porta da casa perchè è un personaggio dei cartoni animati argentini. Probabilmente c'è una somiglianza a livello fisico e fisionomico.

 

Anno : 2005
Partite : 24
Partite da titolare : 23
Sostituzioni : 1
Gol : 2
Rigori : 0
Cartellini gialli : 6
Cartellini rossi : 0
Minuti giocati : 2077

 

PhotoGallery di Esteban Cambiasso

 

 

carriera e vittorie di Esteban Cambiasso

stagione squadra Campionato Coppe internazionali Coppa Italia / Supercoppa
pres gol pres gol pres gol
1995/96 Argentinos Juniors (A-Arg) 0 0        
1996/97 Real Madrid B (B-Spa) 8 0        
1997/98 Real Madrid B (C-Spa) 34 4        
1998/99 Independiente (A-Arg) 27 3        
99/2000 Independiente (A-Arg) 35 6        
2000/01 Independiente (A-Arg) 35 5        
2001/02 River Plate (A-Arg) 37 12        
2002/03 Real Madrid (A-Spa) 24 0 9 0    
2003/04 Real Madrid (A-Spa) 17 0 5 0    
2004/05 Inter 30 2 11 0 3 0
2005/06 Inter 34 5 10 0 4 1
2006/07 Inter 21 3 2 1 5 1
2007/08 Inter 33 6 8 2 2 0
2008/09 Inter 35 4 8 0 4 1
2009/10 Inter 30 3 12 1 5 0
2010/11 Inter 30 7 10 1 5 0
2011/12 Inter 37 4 8 0 8 1
2012/13 Inter 33 3 13 1 2 0
 
C
arriera e vittorie di Esteban Cambiasso
          1996/97: Torneo sudamericano Under 20, Campionato Mondiale Under 20

 

1998/99: Torneo sudamericano Under 20
 
2001/02: Torneo di Clausura
 
2002/03:Campionato spagnolo, Coppa Intercontinentale, Supercoppa europea
 
2003/04: Supercoppa di Spagna
 
2004/05: Coppa Italia
 
2005/06: Supercoppa TIM 2005, Coppa Italia, Scudetto
 
2006/07: Supercoppa TIM 2006, Scudetto
 
2007/08: Scudetto
 
2008/09: Supercoppa TIM 2008, Scudetto
 
2009/10: Scudetto, Coppa Italia, Champions League
 
2010/11: Coppa Italia, Supercoppa italiana, Mondiale per club

 

www.inter-calcio.it