Your Inter Site
 www.inter-calcio.it
www.inter-calcio.it PALMARES

















Webmasters Nerazzurri

 

 

 


TORNEO DI VIAREGGIO

TORNEO DI VIAREGGIO 2015

Viareggio 2015: Inter campione per la settima volta

 

 

FASE A GIRONI - CALENDARIO INCONTRI

 03-02-2015
 03-02-2015
 05-02-2015
 05-02-2015
 07-02-2015
 07-02-2015
INTER - Genk (BEL)
Parma (ITA) - Pro Duta (INA)
INTER - Parma (ITA)
Genk (BEL) - Pro Duta (INA)
INTER - Pro Duta (INA)
Parma (ITA) - Genk (BEL)
3-1
6-0
3-1
4-0
2-0
1-2

 

GRUPPO B - CLASSIFICA GIRONE 5

SQUADRA P V N P F S
INTER (ITA)
Genk (BEL)
Parma (ITA)
Pro Duta (INA)
9
6
3
0
3
2
1
0
0
0
0
0
0
1
2
3
8
7
8
0
2
4
5
12

 
DATA

TABELLONE OTTAVI DI FINALE

Gara Unica
10-02-2015
10-02-2015
10-02-2015
10-02-2015
10.02-2015
10-02-2015
10-02-2015
10-02-2015
Palermo - Roma
Torino - Atalanta
INTER - Rappresentativa Serie D
Pescara - Genk (BEL)
Spezia - Cesena
Fiorentina - PSV Eindhoven (NED)
Verona - Genoa
Bruges (BEL) - Napoli
2-3
3-5 dcr
1-0
1-0
2-0
2-0
4-3 dcr
0-2

 
DATA

TABELLONE QUARTI DI FINALE

Gara Unica
12-02-2015
12-02-2015
12-02-2015
12-02-2015
Roma - Atalanta
INTER - Pescara
Spezia - Fiorentina
Verona - Napoli
2-1
3-1
0-3
3-2 dcr

 
DATA

SEMIFINALI

Gara Unica
14-02-2015
14-02-2015
INTER - Roma
Verona - Fiorentina
4-0
2-1

 
DATA FINALE Gara Unica
16-02-2015 INTER - Verona 2-1

 



 TORNEO DI VIAREGGIO 2014

 

DATA TABELLONE OTTAVI DI FINALE Gara Unica
11.02.2014
11.02.2014
11.02.2014
11.02.2014
11.02.2014
11.02.2014
11.02.2014



11.02.2014

Fiorentina - Livorno
Parma - Torino
Milan - Rijeka (CRO)
Sampdoria - Envigado (COL)
Juventus - Verona
Palermo - Empoli
INTER - Anderlecht (BEL)
Reti: 5' Knudsen (I), 7' Kindermans (A), 39' Carvalho (A), 54' Leya (A), 56' Bonazzoli (I), 67' Leya (A), 88' Acampora (I, Rig)
Club Nacional (PAR) - Atalanta

3-1
4-1
3-1
0-3
2-4 dcr
1-0
3-4



0-3

 

 

Inter-Anderlecht 3-4

ALTOPASCIO (LU) - Finisce subito il Torneo di Viareggio per l'Inter: i nerazzurri si trovano di fronte una grande squadra come l'Anderlecht campione in carica e giocano una partita generosa, senza però dar mai l'impressione di poter ribaltare il vantaggio belga (2-1) arrivato nel primo tempo. Nella seconda frazione subito in rete per la terza volta i bianco-malva, poi Bonazzoli accorcia e fa 3-2, ma il secondo gol di giornata di Leya porta il risultato sul 4-2. Emozionanti assalti finali affidati a Baldini e Camara, Acampora sigla il 4-3 su rigore, ma non basta. L'Anderlecht si qualifica meritatamente, a Salvatore Cerrone e ai suoi ragazzi va il merito di averci provato fino in fondo e aver giocato una partita di carattere.


INTER-ANDERLECHT 3-4
Marcatori:
5' Knudsen, 7' Kindermans e 39' Carvalho, 9'st e 22'st Leya, 11'st Bonazzoli, 43'st Acampora (rig.)


PRIMO TEMPO: I nerazzurri partono in controllo del match, mostrando buona capacità di palleggio, andando subito a cercare di dare una scossa al match. Ci riescono dopo soli 5' con Knudsen, che riceve da Mira al limite dell'area e scarica un bel destro che lascia Gies pietrificato.  La partita si è letteralmente infiammata, il ritmo sale, ma i nerazzurri abbassano la concentrazione dopo pochissimo: Eguelfi scivola e perde la posizione, tanto basta a Kindermans per guadagnarsi lo spazio e battere a rete. Immediata reazione dei belgi, al 7' è già 1-1. Salvatore Cerrone fa sentire la sua voce e i suoi giocatori sembrano recepire chiaramente il messaggio. L'Anderlecht mette in campo qualità e intensità, ma l'Inter risponde bene e non mostra il fianco, anzi. Ancora Knudsen e poi Mira con due belle iniziative fanno venire i brividi alla difesa bianco-malva: sull'azione seguente, un colpo di testa di Sciacca da angolo di Palazzi viene salvato sulla linea. I belgi si limitano a invocare un calcio di rigore per un presunto fallo su Soumar: niente più di un semplice contrasto sul quale l'attaccante si muove goffamente. In ogni caso partita intensa ed emozionante dopo i primi 25' minuti. Kawaya si fa vedere in avanti con una buona percussione dalla sinistra e serve Leya, ma il suo tiro viene murato dalla linea difensiva dell'Inter. I campioni in carica hanno brillantezza e spunto personale, costringono spesso i ragazzi di Cerrone al fallo di contenimento. Sciacca si vede mostrare un giallo forse un po' fiscale, ma il fallo su Leya c'è tutto. Meno ammissibile è l'ammonizione a Bonazzoli, con l'attaccante che protesta un po' troppo col signor Bertani a seguito di un fallo subito. Ai nerazzurri serve un'altra scossa per ritrovare convinzione e lucidità. Prova a darla Mira su punizione, ma Gies ci va di pugno e sventa il pericolo; un Camara molto vivace anima l'ultimo quarto d'ora del primo tempo, dando vita a un duello da velocisti di razza con Kawaya. Ma su un'altra disattenzione difensiva dei nerazzurri arriva il raddoppio dell'Anderlecht: Leya e Kawaya lavorano benissimo il pallone al limite dell'area, Eguelfi si fa sorprendere e Carvalho Dos Santos arriva come un treno per firmare il suo secondo gol di giornata. Leya e Jaadi ci provano ancora, l'Inter si fa rivedere in avanti ma Bonazzoli viene fermato con un contrasto ruvido ma regolarissimo. Il 2-1 in finale di primo tempo mette la strada in salita, ma tant'è. Nei prossimi 45' servirà la reazione nerazzurra.

SECONDO TEMPO: L'Inter inizia con un buon piglio, si vede che i ragazzi di Cerrone non hanno intenzione di darla vinta ai belgi, ma fanno comunque fatica a impostare e a creare pericoli: su uno dei tanti ribaltamenti di fronte, Paramatti salva tutto su una bella azione Kindermans-Soumar. E' il preludio al terzo gol dei campioni in carica, che triplicano con Leya che riceve a centro area dopo una mischia e infila Ivusic. L'Inter non ci sta e Bonazzoli la riapre con un bel gol, ricco di cattiveria e determinazione: la punta nerazzurra salta secco un avversario al limite dell'area e infila Geis di destro, firmando il 3-2. Partita in bilico, l'Anderlecht dimostra grande condizione e continuità, va sempre a cercare il quarto gol: è a dir poco un avversario di grande livello. Cerrone allora suona la carica inserendo Baldini per Mira, l'atteggiamento tattico dell'Inter non cambia. Purtroppo però non cambia nemmeno quello dei belgi, che si affidano a Leya, ancora lui, per segnare il gol che potrebbe chiudere la partita già al 22': la punta si muove benissimo e fa partire un perfetto sinistro a giro da fuori area. Ivusic si butta, ma non c'è niente da fare: il colpo di biliardo a mezza altezza del numero 9 vale il 4-2 dell'Anderlecht, che mette la partita in cassaforte. L'Inter allora si rituffa in avanti, ma i tiri al volo di Bonazzoli e Puscas vengono rimpallati dalla difesa. Baldini scuote i suoi con una bella ma infruttuosa percussione centrale, i ritmi calano con il passare dei minuti. Cerrone si gioca il tutto per tutto facendo entrare Capello al posto di uno stanco Puscas: la pressione nerazzurra aumenta, finchè Eguelfi crossa e trova un tocco di braccio di un difensore. E' rigore per l'Inter. Acampora va sul dischetto e mette in rete un pallone pesantissimo, siglando il 4-3. I nerazzurri non possono che crederci e si riversano nella metà campo belga, Cerrone mette dentro Bigotto per Knudsen: la trazione anteriore interista non riesce però a dare i frutti sperati. Anzi Capello, cui saltano letteralmente i nervi, viene espulso per un brutto fallo a centrocampo, mentre l'Anderlecht riesce a gestire la partita fino al triplice fischio dell'arbitro. 4-3 il risultato finale, i nerazzurri si inchinano a una grande squadra e salutano anzitempo il Torneo di Viareggio.


INTER: 1 Ivusic; 7 Sciacca, 8 Yao, 5 Paramatti, 4 Eguelfi; 15 Knudsen (43'st Bigotto), 17 Palazzi (33'st 9 Acampora), 16 Mira (16'st 10 Baldini); 11 Camara, 19 Bonazzoli, 22 Puscas (36'st 20 Capello)
A disposizione: 2 Dalla Riva, 6 Pinton, 12 Maniero, 14 Gaiola, 21 Costa, 23 Ventre
Allenatore: Salvatore Cerrone

ANDERLECHT: 1 Gies; 2 Carvalho, 3 D'Alberto, 14 Isci, 11 Kawaya; 8 Dendoncker, 6 Bastien; 7 Jaadi, 18 Soumar (36'st 10 H'maidat), 15 Kindermans (25'st 17 Bourard); 9 Leya
A disposizione: 13 Bossin, 16 Falsaperla, 19 Lapage
Allenatore: Ren Peeters

Arbitro: Bertani (Pisa)

 

Ammoniti: Sciacca, Bonazzoli, Kawaya
Espulsi: Capello
Recupero: 0'+3'

11-Febbraio-2014 Fonte: inter.it

ALTOPASCIO (LU) - Dopo la partita contro l'Anderlecht, l'allenatore della Primavera nerazzurra Salvatore Cerrone ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Inter Channel.
Ecco le sue parole:
"Abbiamo incontrato una delle formazioni più forti e competitive del torneo. Noi però ci abbiamo messo qualcosa di nostro per farli diventare ancora più forti, sono dell'idea che certi errori non si possano fare. Ecco perchè sono un po' deluso, perchè avevamo iniziato la partita con un buon approccio. Siamo passati in vantaggio, ma abbiamo subito il gol del pareggio dopo pochi minuti: lì secondo me si deve vedere la maturità della squadra, bisogna tirare fuori più cattiveria. Da un mese a questa parte stiamo lavorando bene, ma guardo i miei ragazzi e vedo che facciamo degli errori banali, ingenui.
Adesso abbiamo il campionato, dove cercheremo di arrivare nelle prime due per non fare le eliminatorie. Da sabato ricominceremo subito, pensaremo a eliminare errori che certamente non ci aiutano a limare il gap che c'è con le prime della classe. Dobbiamo lavorare tutti insieme per diventare al più presto una squadra più matura, che sa giocare e che non fa errori banali".

Partita ricca di gol ed emozioni: i belgi si portano anche sul 4-2, ma l'Inter rientra in partita con un rigore di Acampora nel finale. Non basta, ai quarti va la squadra di Peeters

 



Torneo di Viareggio, gli ottavi di finale
 

Martedì 11 febbraio la Primavera nerazzurra affronterà i campioni in carica dell'Anderlecht, allenati da Jean-Marie Lignon. Calcio d'inizio alle ore 15 allo stadio "Raciti" di Quarrata (PT)

MILANO - Tocca, finalmente, anche all'Inter: sono stati resi noti gli accoppiamenti per gli ottavi di finale del Torneo di Viareggio 2014. Le sedici squadre qualificate sono state divise in due gruppi: i ragazzi di Salvatore Cerrone se la vedranno con i belgi dell'Anderlecht, campioni in carica. Si gioca martedì 11 febbraio alle ore 15 allo stadio "Raciti" di Quarrata (PT).

Ecco l'elenco completo degli ottavi di finale:

Gruppo A

FIORENTINA-LIVORNO
Viareggio (LU) / Stadio 'T. Bresciani' (ore 15)

PARMA-TORINO
Paganico (GR) / Stadio 'Uzielli' (ore 15) (Sintetico)

MILAN-RIJEKA
Altopascio (LU) / Stadio Comunale (ore 15) (Sintetico)

SAMPDORIA-ENVIGADO
Sarzana (SP) / Stadio 'Luperi' (ore 15)


Gruppo B

JUVENTUS-HELLAS VERONA
San Giuliano Terme (PI) / Stadio 'G. Bui' (ore 17.15)

PALERMO-EMPOLI
Castelfranco di Sotto (PI) / Stadio 'Martini' (ore 15)

INTER-ANDERLECHT
Quarrata (PT) / Stadio 'Raciti' (ore 15)


CLUB NACIONAL-ATALANTA
Monterotondo (GR) / Stadio 'Pian di Giunta' (ore 15)


08-Febbraio-2014 Fonte: inter.it
 



Torneo di Viareggio INTER


Come da tradizione, grandi squadre prenderanno parte alla manifestazione, mentre la Primavera nerazzurra entrerà in scena direttamente dagli ottavi di finale

MILANO - Sono stati resi noti gli otto gironi della 66^ edizione della Viareggio Cup, in programma dal 3 al 17 febbraio. Il calendario delle partite sarà reso noto il 27 gennaio, mentre la fase a gironi inizierà il 3 febbraio per poi concludersi l'8.
Passano il turno la prima classificata di ogni gruppo e le quattro migliori seconde. Questa dodici squadre se la vedranno con Inter, Juventus, Fiorentina e Milan, già qualificate di diritto gli ottavi di finale.


          Ecco l'elenco completo degli otto gironi, suddivisi in due gruppi:

GRUPPO A

GIRONE 1:
Atalanta, Nordsjaelland (Danimarca), Rappresentativa Serie D, Club Guaranì (Brasile)

GIRONE 2: Napoli, Anderlecht (Belgio), Palermo, Apia Leichhardt (Australia)

GIRONE 3: Roma, Benfica (Portogallo), Livorno, Envigado (Colombia)

GIRONE 4: Torino, Stabaek (Norvegia), Siena, Santos Laguna (Messico)



GRUPPO B

GIRONE 5:
Sampdoria, Rijeka (Croazia), Reggina, Under 17 Congo (Congo)

GIRONE 6: Lazio, Belasica Strumica (Macedonia), Varese, Club Nacional (Paraguay)

GIRONE 7: Empoli, PSV Eindhoven (Olanda), Hellas Verona, L.I.A.C. New York (USA)

GIRONE 8: Parma, Pakhtakor (Uzbekistan), Spezia, Desportivo Brasil (Brasile)

 

ALBO D'ORO TORNEO DI VIAREGGIO - COPPA CARNEVALE


1949 Milan
1950 Sampdoria
1951 Partizan Belgrado
1952 Milan
1953 Milan
1954 Lanerossi
1955 Lanerossi
1956 Spartak Mosca
1957 Milan
1958 Sampdoria
1959 Milan
1960 Milan
1961 Juventus
1962 Internazionale
1963 Sampdoria
1964 Dukla Praga
1965 Genoa
1966 Fiorentina
1967 Bologna
1968 Dukla Praga
1969 Atalanta
1970 Dukla Praga
1971 Internazionale
1972 Dukla Praga
1973 Fiorentina
1974 Fiorentina
1975 Napoli
1976 Dukla Praga
1977 Sampdoria
1978 Fiorentina
1979 Fiorentina
1980 Dukla Praga
1981 Roma
1982 Fiorentina
1983 Roma
1984 Torino
1985 Torino
1986 Inter
1987 Torino
1988 Fiorentina
1989 Torino
1990 Cesena
1991 Roma
1992 Fiorentina
1993 Atalanta
1994 Juventus
1995 Torino
1996 Brescia
1997 Bari
1998 Torino
1999 Milan
2000 Empoli
2001 Milan
2002 Inter
2003 Juventus
2004 Juventus
2005 Juventus
2006 Juventud de Las Piedras
2007 Genoa
2008 Inter
2009 Juventus
2010 Juventus
2011 Inter
2012 Juventus
2013 Anderlecht
2014 Milan
2015
Inter

 

www.inter-calcio.it